india2

CremonaFiere con i suoi espositori guarda ai mercati internazionali. Annunciata una missione all’Agritex di Hyderabad in settembre

Presentazione del modello agro-zootenico italiano in uno dei mercati più importanti per la produzione e la trasformazione del latte.

È l’India la destinazione di maggior prospettiva fra una serie di missioni a cui CremonaFiere sta lavorando per allargare sbocchi di mercato e moltiplicare occasioni di business e sviluppo. Prima delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona previste per il 25-28 ottobre, CremonaFiere sarà presente allAgritex di Hyderabad insieme alle aziende che vorranno prendere parte direttamente alla missione.

Un mercato di fondamentale importanza, quello indiano, e in rapida espansione se si pensa che l’intera India produce all’anno 156 milioni di tonnellate di latte (contribuendo al 18% della produzione mondiale). Più in particolare gli Stati Andhra Pradesh e Telangana – la cui capitale comune oggi è proprio Hyderabad, la città che ospita l’Agritex – hanno contribuito lo scorso anno al 9,5% della produzione totale indiana di latte, con una produzione complessiva di 14 milioni di tonnellate (l’intera Italia ne produce circa 11 milioni l’anno). Un mercato due volte interessante, perché anche il consumo interno di derivati risulta in piena crescita.

Il valore dell’industria lattiero-casearia indiana è stato stimato in circa 70 miliardi di USD nel 2014-15. Secondo uno studio condotto da Rabobank, fra il 2012 e il 2020 il mercato dei prodotti lattiero-caseari a valore aggiunto in India è stimato in crescita dal 21% al 31%. L’India ha per tutti questi motivi notevoli margini di evoluzione, e necessita di tecnologie, prodotti e servizi.

CremonaFiere e le aziende che decideranno di unirsi alla missione indiana rappresenteranno di fatto il sistema e il modello agro-zootecnico italiano a Hyderabad di fronte al mondo. Per i partecipanti alla missione CremonaFiere ha predisposto un’agenda che prevede, oltre alla presenza all’interno dell’evento, anche una giornata di incontri fra imprese e operatori, con aziende agricole e imprese che si occupano di trasformazione alimentare, oltre ad alcuni professional tour nel corso dei quali si visiteranno realtà del settore lattiero-caseario direttamente sul posto.

«Insieme alle aziende che affianchiamo nel corso delle Fiere Zootecniche così come nel resto dell’anno – spiega il presidente di CremonaFiere Antonio Piva tra i Paesi target del 2017 abbiamo scelto l’India per le interessanti prospettive che rivelano i numeri del settore. Riteniamo che ogni forma di efficace internazionalizzazione costituisca una occasione per far nascere nuovi contatti e creare opportunità di sviluppo non solo per le imprese che vorranno partecipare direttamente al viaggio, ma anche per tutte quelle aziende che – pur non partecipando fisicamente alla missione – sceglieranno di essere presenti alle Fiere Zootecniche Internazionali di ottobre: questo è il valore aggiunto che assicuriamo a chi sceglie l’evento di Cremona».

La missione indiana fa seguito a quella in Iran di un anno fa, ma è solo il più recente frutto di un intenso lavoro sui mercati internazionali intrapreso con convinzione da CremonaFiere. Nel frattempo CremonaFiere si è già attivata in mercati d’interesse tra cui Turchia, Repubblica Ceca, Australia, Cina, e con incoming buyer europei, in particolare nord ed est Europa, nord Africa e sud America.

La missione è stata resa possibile dall’accordo di collaborazione fra CremonaFiere e Kenes Exhibitions ltd. di Tel Aviv, ramo fieristico del Gruppo Kenes, specializzato nell’organizzazione di eventi ad elevato contenuto tecnico-scientifico in particolare nelle nano-tecnologie, nell’agricoltura e zootecnia, nelle bio-tecnologie e nel trattamento acque.